Vino Bonarda dell’Oltrepò Pavese

  1. Home
  2. Blog
  3. Vino Bonarda dell’Oltrepò Pavese

La Bonarda dell’Oltrepò Pavese è una Denominazione di Origine Controllata della regione Lombardia. L’Oltrepò Pavese è una striscia di terra nella zona meridionale della Lombardia incastonata tra altre tre regioni italiane: Piemonte, Liguria, ed Emilia Romagna.

Oltre ad essere una zona di incontro di culture e perfino lingue differenti, l’Oltrepò Pavese è soprattutto una terra ricca di tradizioni culinarie e vitivinicole che si integrano alla perfezione tra di loro.

Nasce in questo variegato contesto il vino Bonarda dell’Oltrepò Pavese DOC, grazie ad un blend di uve autoctone, tra le quali spicca certamente l’uva Croatina. Secondi il disciplinare di questa Denominazione, infatti, la percentuale minima di Croatina che deve sempre essere presente all’interno della Bonarda Pavese, è l’85%, seguita poi da uve Barbera, Vespolina e Uva rara.

Zone di produzione del vino Bonarda dell’Oltrepò Pavese DOC

Già nel 1884, la fascia collinare dell’Oltrepò Pavese vantava la coltivazione di oltre 200 vitigni autoctoni. Ad oggi le tipologie di uve più coltivate sono circa 12, tra le quali la croatina è sicuramente la più diffusa, coprendo un territorio di circa 3.900 ettari, su un totale di 13.300.

I comuni della provincia di Pavia che rappresentano la zona di produzione per eccellenza dei vini Bonarda dell’Oltrepò Pavese, sono: Borgo Priolo, Borgoratto Mormorolo, Bosnasco, Calvignano, Canevino, Canneto Pavese, Castana, Cecima, Godiasco, Golferenzo, Lirio, Montalto Pavese, Montecalvo Versiggia, Montescano, Montù Beccaria, Mornico Losana, Oliva Gessi, Pietra de’ Giorgi, Rocca de’ Giorgi, Rocca Susella, Rovescala, Ruino, San Damiano al Colle, Santa Maria della Versa, Torrazza Coste, Volpara, Zenevredo e per parte dei territori dei Comuni di Broni, Casteggio, Cigognola, Codevilla, Corvino San Quirico, Fortunago, Montebello della Battaglia, Montesegale, Ponte Nizza, Redavalle, Retorbido, Rivanazzano, Santa Giuletta, Stradella, Torricella Verzate.

La Bonarda Piemontese e la Bonarda dell’Oltrepò Pavese sono lo stesso vino?

No! La Bonarda genera frequentemente equivoci ed è bene qui ricordare che la Bonarda dell’Oltrepò Pavese DOC è quel tipo di vino che è composto principalmente da uva Croatina, tipica della viticoltura dell’Oltrepò e, in particolare, della regione Lombardia; la Bonarda Piemontese, invece, è tutt’altro! Quest’ultima nasce in Piemonte grazie alla vinificazione del vitigno Bonarda, che non ha nulla a che fare con l’uva Croatina.

Bonarda dell’Oltrepò Pavese Abbinamenti

La DOC Bonarda dell’Oltrepò Pavese è in definitiva un vino rosso che può essere sia fermo, che frizzante, con bollicine fini ed evanescenti. Il sapore secco, leggermente tannico e di media persistenza aromatica, si abbina alla perfezione ai piatti tipici della zona lombarda dalla quale nasce, come bolliti o cassoeula, ma anche risotti e pasta fresca ripiena in brodo.

Il gusto equilibrato di questo vino rosso lombardo si accompagna ad un colore rosso brillante con riflessi violacei e note intensamente fruttate all’olfatto.

La nostra passione per le eccellenze enogastronomiche che punteggiano il nostro Bel Paese ci ha sempre portato a conoscere, scoprire e valorizzare piccole realtà produttive che rappresentino tipicità, genuinità e qualità del prodotto e che sono lontane da logiche commerciali di massa.

Scopri di Più…

Menu
Apri chat
1
Ciao!
Hai bisogno di aiuto?