SECONDO CERCHIO
CANTINA

Com’è vero che nel vino c’è la verità
ti dirò tutto, senza segreti.

– William Shakespeare

Nel 2009 parte quasi per gioco l’avventura di SecondoCerchio, quando il titolare nonchè enologo Paolo Marchi decide di iniziare una serie di prove in campo e studi di vinificazione in cantina per interpretare meglio le risposte del Sangiovese ai cambiamenti climatici, definirne le pratiche di coltivazione e valutarne la capacità di adattamento. Realizza tutto ciò nelle zone del Chianti Classico, nel territorio di San Gimignano ed in Val di Chiana, dove insieme al Sangiovese segue la coltivazione di Cabernet Franc, Merlot, Syrah, Pinot Nero.

“Nel 2013 mi sono sentito pronto per la produzione”, asserisce soddisfatto Paolo.

Oggi SecondoCerchio basa le sue produzioni sul Sangiovese, affiancandolo però a quei vitigni internazionali in grado di esaltarne le caratteristiche.

La sua ormai ventennale esperienza come consulente tecnico lo porta ad adottare quella che chiama una filosofia “biocontaminata”, rifuggendo dalle etichette, ma unendo tra loro la pragmaticitá della viticoltura tradizionale alla ricerca di riduzione di impiego di prodotti chimici del biologico, cercando di amplificare la biodiversità e la fertilità naturale dei terreni tramite il potenziamento dello sviluppo di microrganismi, di insetti terricoli e di tutti gli abitanti che contribuiscono al benessere del suolo e alla protezione dalla desertificazione.

I vini di Secondo Cerchio

Menu
Apri chat
1
Ciao!
Hai bisogno di aiuto?