Come si fa il vino? Storie e Curiosità della Vendemmia

  1. Home
  2. Blog
  3. Come si fa il vino? Storie e Curiosità della Vendemmia

Vendemmia 2018: è record!

Pare che quest’anno la vendemmia abbai registrato uno dei picchi più alti di raccolta di uva degli anni Duemila. Secondo l’Organizzazione internazionale della vigna e del vino, nel 2018, sono circa 282 milioni gli ettolitri di uva raccolti, 30 milioni in più rispetto alla (disastrosa) annata 2017, con un incremento del 12,3%. L’Italia, in questo scenario, si attesta ai primi posti in Europa insieme a Francia e Spagna.

Se oggi gli occhi di tutti sono puntati sulla quantità di uva raccolta e sulle previsioni inerenti la qualità dell’annata di vino 2018, la vendemmia in Italia evoca piuttosto atmosfere bucoliche e nebbia agli irti colli che piovigginando sale.

Nelle campagne italiane la vendemmia è una porzione indispensabile di memoria collettiva, che affonda le radici nelle tradizioni di famiglia, fino ad una esaltazione quasi religiosa di questo evento.

Il momento della vendemmia ha cadenza annuale, ma la sua storia si perde nella memoria, basti pensare che si può andare fino al 10.000 a.C. per scovare le prime storie relative alla vendemmia. Quando si ringraziavano gli dei per la loro clemenza e per l’abbondanza dei frutti della terra. Un legame, quello tra uomo, uva e vino, che fin da subìto ha trovato un posto d’onore nell’arte: i primi documenti di arte relative alla vendemmia risalgono addirittura agli egizi e ne abbiamo parlato anche qui.

Con lo scorrere della lancetta sugli anni di storia, si arriva fino all’Antica Roma, dove il vino era il vero e proprio nettare degli dei e a lui erano riservate delle celebrazioni particolari, le Vinalia Rustica, che si celebravano ogni 19 di agosto. Era Giove che sanciva l’inizio della vendemmia e tutte le famiglie che avevano dei possedimenti coltivati a vite, si riunivano per celebrare questo periodo di festa. È qui che probabilmente ha origine la concezione della vendemmia come la ricordiamo oggi: un’intera cerchia familiare che si dedica solo alla vendemmia, che festeggia, si unisce, passa del tempo insieme, per dare vita al vino che li accompagnerà per gli anni a venire.

La sacralità di questo evento si è conservata fino ai giorni nostri. Donando al vino un’aura di venerabilità ancora più forte.

La nostra passione per le eccellenze enogastronomiche che punteggiano il nostro Bel Paese ci ha sempre portato a conoscere, scoprire e valorizzare piccole realtà produttive che rappresentino tipicità, genuinità e qualità del prodotto e che sono lontane da logiche commerciali di massa.

Scopri di Più…

Menu
Apri chat
1
Ciao!
Hai bisogno di aiuto?